Indonesia

La nostra valutazione per mese

Il fascino e la ricchezza dell’Indonesia non sono da ricercare solo nel mare e nella barriera corallina presente nelle isole Raja Ampat, specie al largo di Sorong, ma anche nella sua natura rigogliosa, nella storia e nella cultura del suo popolo e dell’intero paese.

L’arcipelago indonesiano è il più grande al mondo, composto da più di 17 mila isole si colloca tra l’Asia e l’Oceania ed è circondato da numerosi mari: Mar di Giava, Mar di Banda, Mar di Celebes, Mare delle Filippine, Mar di Timor, Mar degli Arafura. Insomma un paese immerso nell’acqua. L’origine vulcanica dell’arcipelago rende le sue isole fertili e ricche di vegetazione, grazie alla ricchezza delle ceneri dei numerosi vulcani ancora attivi. Le maggiori isole sono Sumatra, Giava, Nuova Guinea, Kalimantan e Sulawesi.

L’arcipelago vanta una ricchezza ambientale come pochi altri paesi al mondo. Tra la fauna endemica ci sono gli esemplari di orango, tra gli altri mammiferi si possono trovare tigri, elefanti, rinoceronti, leopardi che vivono nelle vaste foreste tropicali esistenti sulle isole. Le acque che abbracciano l’arcipelago non sono da meno, sono ricchissime di pesci, ed una discreta barriera corallina ben conservata sopravvive presso i parchi marini protetti. Non solo natura: l’Indonesia conserva una cultura religiosa molto attiva. I templi induisti e buddhisti sono sparsi un po’ ovunque, anche se il paese è di maggioranza musulmana.

Quindi di cose da vedere e da non perdere ce ne sono anche durante le giornate di pioggia, visto che le temperature sono accettabili e sempre costanti tutto l’anno. Ma qual è il periodo migliore per un viaggio in Indonesia? Le informazioni sul clima vi scioglieranno ogni dubbio.

Google Maps

Clicca sulla mappa per avviare la navigazione

Clima

L’Indonesia è un arcipelago di isole attraversate dall’Equatore, la sua superficie è molto vasta ed il clima cambia da equatoriale e sub-equatoriale nella parte centro-settentrionale, a clima tropicale nelle isole situate più a sud.
Nella gran parte delle isole è presente un clima di tipo equatoriale con temperature alte tutto l’anno, umidità particolarmente intensa e costante e piogge abbondanti durante tutte le stagioni. In realtà in queste zone non esistono stagioni diverse tra loro, ma ci sono dei mesi un po’ meno piovosi, e sono quelli tra maggio e settembre.
I millimetri di pioggia che cadono durante tutto l’arco dell’anno sono molti, dai 2000 ai 3000 mm. e nei mesi più piovosi alcune strade diventanto impraticabili. Le precipitazioni fortunatamente non raggiungono mai intensità cicloniche vista la lontananza dagli influssi monsonici più violenti.
Nelle zone montuose, pressoché vulcaniche, le piogge raddoppiano di intensità e quantità, qui la stagione umida è presente praticamente tutto l’anno e non lascia spazio a grandi tregue.
Nella zona più a sud, Jakacarta, Bali e nelle isole vicine all’Australia, si possono distinguere due stagioni, una più umida da novembre a maggio con forti piogge, ed una stagione relativamente secca e meno piovosa da giugno ad ottobre. Le precipitazioni si riducono di molto soprattutto nelle isole più vicine all’Australia.
Pertanto il periodo migliore per un viaggio in Indonesia è sicuramente durante la nostra estate, tra luglio ed agosto.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta i seguenti dati.


Link utili

Questa è la situazione sulla sicurezza nel Paese
www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/indonesia.html.

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 commenti

  1. Roberta ha detto:

    Andare a Bali a maggio quindi di rischia la pioggia?

  2. Riccardo ha detto:

    15 giorni fra fine agosto e prima di settembre con famiglia 2 adulti e 2 bambini di 6 ed 8 anni oltre 4/5 giorni Ubud per restanti giorni mare bello e relax quale spiaggia posso prendere in considerazione?

    • QuandoAndare.info ha detto:

      Ciao Riccardo, il periodo che hai scelto è buono. Le spiagge a Bali sono molto affollate, soprattutto dai surfisti, le più tranquille sono Legian Beach e Nusa Dua Beach, un pò più vivaci Balangan Beach, Padang Padang e Sanur, quest’ultima con le acque un pò più calme. Buon viaggio!

      Se ti piace la nostra pagina facebook condividila con i tuoi amici, grazie!

      • riccardo ha detto:

        GRAZIE MILLE QUINDI PER I BAMBINI SAREBBE MEGLIO LEGIAN BEACH E NUSA DUA BEACH? NON VORREMMO TROPPE ONDE!
        PER QUANTO RIGUARDA LE GILI ISLAND INVECE?
        GRAZIE MILLE

        • QuandoAndare.info ha detto:

          Legian e Nusa sono meno affollate e Nusa in particolare ha acque più tranquille ideali per i bambini, delle Gili Island dicono che sono bellissime per la barriera corallina, necessitano le scarpe di gomma per entrarci.