New York

La nostra valutazione per mese

New York, la città che ci ha sempre fatto sognare e che abbiamo visto in numerosi film americani. Quante volte abbiamo visto attraverso lo schermo il ponte di Brooklyn, la Statua della Libertà, Central Park, Times Square? Averle davanti agli occhi “in carne ed ossa” è un’altra cosa. Anche se le conosciamo a memoria, viste dal vivo le attrazioni di New York riservano sempre un’emozione unica.

C’è troppo da scrivere su New York per fare una semplice introduzione. Il tema è “tanto” e ricco, e ridurre il tutto in poche righe è praticamente impossibile. Possiamo solo elencarvi una lista di cose da vedere, ma che non vuole essere il solito elenco di “cose da non perdere”, perchè a New York non smetterete mai di scoprire angoli diversi, sfumature di colore infinite. Non preoccupatevi se al primo viaggio non avrete visto molto, New York può essere visitata più volte, senza essere ripetitiva.
Quindi, per noi i simboli di New York sono la Statua della Libertà ed Ellis Island da dove inizia la storia di molti newyorkesi bianchi, Harlem ed il Bronx la culla del popolo di colore di New York, che ha permesso durante gli anni della schiavitù, per oltre un secolo, la costruzione e lo sviluppo della città, attraverso le ricchezze provenienti dalle coltivazioni di cotone e le altre piantagioni.
Passerete lo sguardo attraverso la storia un po’ più moderna di China Town e Little Italy, dell’Empire State Building, di Central Park, di Broadway, delle luci esagerate di Times Square, di Wall Street e del complesso del World Trade Center, che drammaticamente cambiò profilo l’11 settembre 2001.
Di musei che vi raccontano la storia della città e del mondo, ce ne sono diversi, e nelle giornate piovose o più fredde vi daranno l’alternativa alla visita all’aperto di New York. Potrete sbizzarrirvi tra il Museo della città di New York, il Metropolitan Museum, il Moma museo di arte moderna, l’Intrepid Sea-Air-Space Museum, il Museo di Storia Naturale, il Guggenheim, il museo di Ellis Island e molti altri musei minori ma non meno interessanti.
Ma la cosa più bella di una vacanza a New York è poter vivere da newyorkesi e girare le innumerevoli strade della città, per cogliere continue sorprese e novità dietro ad ogni angolo di questo immenso, anche se piccolo, scorcio di mondo.

Google Maps

Clicca sulla mappa per avviare la navigazione

Clima

Premettendo che New York può essere visitata durante tutto l’arco dell’anno, sia per la magia che si crea durante i mesi invernali, quando la città è coperta da una fitta coltre di neve, sia per il fascino che ha durante i mesi più caldi, per provare la singolare vita all’aria aperta nel gigantesco e rigoglioso Central Park letteralmente circondato da immensi grattacieli, di seguito troverete le condizioni ideali per una visita della città.
Il clima di New York è di tipo continentale nonostante la sua posizione sull’Oceano Atlantico.
E’ influenzato principalmente dall’influsso di due importanti correnti climatiche, quella polare soprattutto durante l’inverno che porta temperature molto rigide con diversi gradi sotto lo zero e forti nevicate, e la corrente marittima da sud che porta caldo ed umidità durante l’estate. Nei periodi intermedi, ossia durante la primavera e l’autunno, le correnti si alternano portando forti escursioni sia durante la giornata, sia da una settimana all’altra.
Le precipitazioni sono presenti durante tutto l’arco dell’anno, meno abbondanti nei mesi di febbraio ed ottobre. Il periodo più piovoso si manifesta dalla tarda primavera a tutta l’estate, raramente per periodi prolungati.
I mesi più freddi sono mediamente quelli di gennaio e febbraio, mentre i mesi più caldi sono luglio ed agosto, con ondate di calore ed umidità che rendono l’aria molto spesso insopportabile. La tabella, con le medie climatiche che trovate qui sotto, vi darà un’indicazione ancora più precisa sulle temperature che troverete a New York durante il periodo in cui vi farete visita.
Il periodo migliore per un viaggio a New York è sicuramente la tarda primavera durante i mesi di maggio e giugno, e l’autunno, nei mesi di settembre ed ottobre.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta le tabelle seguenti.


Annotazioni

Suggerimenti: portate con voi sempre un maglioncino durante i mesi estivi, da usare all’interno dei musei e dei locali, dove l’aria condizionata è sempre impostata a temperature molto rigide. Durante la primavera e l’autunno vi servirà per i repentini cambiamenti climatici causati dalle due correnti che abbracciano la città.

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. Marco ha detto:

    Articolo molto interessante! Mi permetto di segnalare anche un altro sito web ricco di informazioni per andare a New York http://www.andareanewyork.it/