Dove andare a settembre in Italia: il Conero nelle Marche

Riviera del Conero
Riviera del Conero

Uno dei viaggi da fare in Italia, ideale nel mese di settembre ma fattibile tutta l’estate facendo attenzione alla folla di agosto, è un viaggio nelle Marche con un tuffo nel verde e nel blu della Riviera del Conero. Quello che vi stiamo presentando è un itinerario all’insegna della natura e della cultura, tra la profumata vegetazione mediterranea, che prorompente termina la sua corsa verso le acque cristalline dell’Adriatico centrale, ed i borghi medioevali delle città storiche nell’entroterra marchigiano.

Il Parco del Conero

Il Parco del Conero è il cuore della Riviera omonima ed è stato istituito nel 1987 per proteggere, ed allo stesso tempo esaltare, il suo patrimonio naturalistico e culturale. L’estensione del parco si sviluppa sul monte Conero, 572 metri di roccia rivestita di verde che svetta a picco sul mare, e si estende da Ancona fino a Numana ed include la località di Sirolo “Perla dell’Adriatico” e Camerano, un antico borgo immerso nelle colline rivestite di vigneti che in queste zone regalano il gustoso vino dal color rubino chiamato Rosso Conero.

Il Monte Conero è una delle tappe obbligate di questo viaggio, che durante l’estate dona un po’ di refrigerio dalle calde giornate di sole, perché nel Conero quando esce il sole, anche dopo un temporale, è subito caldo torrido.

Veduta dal Parco del Conero
Veduta dal Parco del Conero

Il parco occupa più di 6000 ettari di territorio ed è attraversato da un gran numero di sentieri che vi permetteranno di apprezzarne tutta la sua bellezza. La camminata più lunga, adatta per i più allenati, è il sentiero 301 che ha una durata di 4 ore circa e parte dalla zona più meridionale del parco – Fonte d’Olio – e sale fino al Belvedere sulla bellissima Spiaggia delle Due Sorelle (raggiungibile solo via mare e ben visibile da questo promontorio). Il sentiero termina il suo tragitto nella località di Poggio attraverso un percorso verso l’entroterra e può essere percorso a piedi, in bicicletta o a cavallo ed è lungo poco più di 8 Km. Dal percorso più importante si diramano sentieri più brevi (301a, 301b, 301c, 302) della durata media di circa 30 minuti ciascuno, che vi permetteranno di godervi una camminata in mezzo alla vegetazione con scorci dall’alto sul mare azzurro ed il litorale bianco del Conero. Al centro visite in via Peschiera a Sirolo potete ritirare la mappa con tutti i sentieri del Parco del Conero ed ottenere le informazioni che desiderate.

Dalla vetta del Monte Conero vi suggeriamo poi di raggiungere i Colli dell’Infinito nell’entroterra, tanto decantati dal nostro poeta Giacomo Leopardi. Potrete poi proseguire verso i borghi antichi di Recanati, Osimo, Loreto, Offagna, Castelfidardo.

Recanati

Recanati
Recanati

La città medievale di Recanati giace sulla vetta di un colle dalla quale lo sguardo volge, da un lato, verso il mare della Riviera del Conero e, dall’altro, sulle colline dei monti Sibillini. La città è nota in tutto il mondo per aver dato alla luce il poeta italiano Giacomo Leopardi che si è fatto ispirare da cotanta bellezza per scrivere i suoi versi. A Recanati potete quindi visitare la casa di Giacomo Leopardi, il museo adiacente che percorre tutta la sua vita e le sue opere, la maestosa biblioteca dove Leopardi ha trascorso gran parte dei suoi studi. A Recanati potrete ammirare il Colle dell’Infinito, tanto caro al poeta, la piazza del Sabato del Villaggio, la Torre del Borgo ed il campanile della Chiesa di Sant’Agostino che ha ispirato Il Passero Solitario. Per godervi al meglio il tuffo nel passato e rivivere il nostro 800, vi consigliamo di visitare Recanati e fermarvi fino a sera per cena, provando le specialità marchigiane come il ciauscolo (un salame morbido da spalmare) in uno dei locali storici della città per continuare a vivere la magia del borgo storico.

Loreto

Loreto
Loreto

La seconda città culturale da non perdere durante il vostro viaggio nella Riviera del Conero è Loreto. Anch’essa sorge in cima ad un colle, dalla quale si scorgono le colline marchigiane che si estendono fino alla costa e si tuffano in mare. Loreto si è sviluppata intorno alla Basilica che custodisce il Santuario della Santa Casa di Nazareth dove Maria è nata, cresciuta ed ha ricevuto l’annunciazione della nascita di Gesù. Mèta quindi dei pellegrinaggi mariani adoratori del culto di Maria. Secondo la tradizione la Casa di Maria è stata trasportata da Nazareth fino a Loreto attraverso un volo degli angeli, la Casa giunse a destinazione alla fine del 1200 dopo un lungo viaggio e diverse traslazioni in altri luoghi.

Loreto è una città fortezza che, oltre alla solenne Basilica, raccoglie la Piazza della Madonna con una meravigliosa fontana in stile barocco arricchita da statue in bronzo, denominata Fontana Maggiore, il mestoso Palazzo Apostolico con le sotterranee Cantine del Bramante, le vie acciotolate che vi porteranno a scoprire ogni angolo di Loreto.

Osimo

Campagne intorno ad Osimo
Campagne intorno ad Osimo

Una tappa interessante dal punto di vista storico e culturale è Osimo, la città dei senza testa, denominata così per le statue decapitate collocate nell’atrio del Palazzo Municipale. Osimo è una città storica dai bellissimi palazzi nobiliari, dalla lunga cinta muraria ancora ben conservata, ed è assolutamente da vedere: il Palazzo Vescovile, la Cattedrale di San Leopardo e l’adiacente Battistero. I dintorni di Osimo sono da percorrere anche per la bellezza delle sue campagne, coltivate a girasoli e ulivi, da frequentare anche con una tappa in uno degli agriturismi tipici, dove assaporare i salumi marchigiani abbinati alla crescia (un’ottima pizza salata), i gnocchi al sugo di papera, il fritto misto di carne accompagnato dai cremini (crema pasticcera fritta), il tutto assaporando un corposo bicchiere di vino Rosso Conero.

Offagna

Offagna
Offagna

Offagna è un piccolo borgo medioevale dalla tradizione contadina, tranquillo e ben curato, uno dei Borghi più belli d’Italia. Dalla Rocca Medioevale potete scorgere un panorama mozzafiato sulle campagne marchigiane che giungono fino al mare. Durante la terza settimana di luglio ad Offagna si celebra una degli eventi più importanti delle Marche: le Feste Medievali. Un appuntamento all’insegna del convivio e degli spettacoli, vi attenderanno cene medievali accompagnate da sfilate in costume medievale, esibizioni di falchi in volo, il tutto animato da menestrelli, sbandieratori e gruppi di suonatori di tamburi. L’evento tanto atteso dagli abitanti di Offagna durante le Feste Medievali è la Disfida in Armi tra i rioni.

Sirolo

Sirolo, Spiaggia delle Due Sorelle
Sirolo, Spiaggia delle Due Sorelle

Raggiungiamo la costa e ci imbattiamo in Sirolo, un elegante borgo adagiato su un paesaggio mozzafiato tra il monte ed il mare. Le sue spiagge vantano acque tra le più cristalline dell’Adriatico, e per questo viene denominata anche La Perla dell’Adriatico. I litorali sono rivestiti da piccolissimi ciotoli bianchi e sono raggiungibili attraverso delle brevi camminate tra le pinete che cingono Sirolo. La sera Sirolo offre anche una vivace vita notturna.

Numana

Numana
Numana

La seconda città sul mare della Riviera del Conero, per importanza, è Numana. Nella parte bassa è costituita da un litorale lunghissimo attrezzato da numerosi stabilimenti balneari dove trascorrere le vostre giornate all’insegna del mare, ideale per le famiglie con bambini per la facilità dell’accesso alle spiagge. Numana alta invece è un borgo situato sulla sommità di una collina del promontorio del Conero, dalla cui terrazza si possono ammirare i colori del mare, il porticciolo turistico e le spiagge di Numana bassa. La città di Numana è molto movimentata anche la sera, il centro è ricco di locali e ristorantini dove assaggiare ottimi piatti di pesce.

Le spiagge più belle della Riviera del Conero sono spiaggia Urbani, spiaggia San Michele e, per i meno pigri, la spiaggia di Mezzavalle presso Portonovo, una spiaggia libera raggiungibile attraverso una lunga camminata in mezzo alla vegetazione mediterranea caratterizzata da un importante dislivello (portatevi le scarpe da ginnastica) e da scorci panoramici unici da ammirare durante la discesa. Laggiù il mare è davvero spettacolare.

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *