Perù

La nostra valutazione per mese

Prima o poi il fascino del Perù conquista ogni viaggiatore. Incuriosito dalla sua storia, nasce forte il desiderio di vedere dal vivo il maestoso Machu Picchu, le misteriose linee di Nasca, ma anche Lima, Cuzco, Arequipa e molto altro della terra degli antichi Inca.

Situato sulla costa nord occidentale dell’America meridionale, il Perù si affaccia all’oceano Pacifico ma non è molto conosciuto per le sue spiagge a meno che non siate degli appassionati del surf. Sulle spiagge intorno a Lima e procedendo verso nord sulla costa si formano tra le onde più alte del sud America, mentre verso sud le acque sono troppo fredde per una vacanza di mare. Diciamo che il Perù è la meta ideale per chi ama il trekking, che può essere praticato anche dai meno esperti. Le guide del posto vi consiglieranno gli itinerari più adatti a voi.

Clima

Il clima del Perù varia molto dalla costa alla zona montuosa delle Ande e le stagioni sono invertite rispetto alla nostre vista la localizzazione a sud dell’Equatore.

La costa è interessata da un clima desertico con rarissime piogge ma un’umidità costante con nebbie che provengono dalle correnti oceaniche. Gli inverni da giugno a settembre sono freschi e poco soleggiati, le estati da ottobre a maggio sono meno nuvolose anche se ugualmente umide. Le temperature massime a Lima variano dai 18°C di agosto ai 26°C di febbraio. Salendo più a nord le temperature sulla costa si fanno nettamente più alte raggiungendo anche i 34°C a febbraio.

Nelle zone della catena montuosa delle Ande il clima è temperato e varia al variare dell’altitudine. Il periodo più secco va da aprile ad ottobre, le piogge si fanno vedere da fine ottobre ad inizio aprile, mentre le temperature sono costanti tutto l’anno, ma variano con l’altitudine. Le temperature massime si aggirano dai 15°C ai 22°C.

Per gli amanti dei viaggi avventurosi, alla scoperta del Perù e del suo popolo al di fuori delle zone più turistiche, devono sapere che il clima varia tra la costa ed il nord della zona amazzonica. La costa ha appunto un clima arido con poche precipitazioni, caldo-umido con nebbioline tra maggio e novembre. Le spiagge non sono molto praticate, se non nella parte pianeggiante a nord, presso Piura e dintorni. L’acqua del mare è spesso fredda, solo a febbraio e marzo raggiunge i 26°C. La zona amazzonica del Perù, situata ad ovest, invece ha un clima caldo-umido, meno piovoso nei mesi di giugno, luglio ed agosto.

È facile definire quando è preferibile andare in Perù: sicuramente tra giugno ed ottobre.
Considerando che la zona a sud è quella più praticata dal turista, in quanto è qui che si trovano le maggiori attrazioni, il periodo migliore per visitarla è senz’altro durante l’inverno australe (la nostra estate) interessato da un clima secco. Mentre da dicembre a marzo le piogge persistenti potrebbero impedire le escursioni.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta i seguenti dati.


Annotazioni

Suggerimenti: da non perdere le linee di Nazca con velivoli ultraleggeri solitamente il mattino presto. Portarsi sempre una giacca a vento perché in Perù i cambiamenti climatici sono repentini.
Se organizzate il viaggio per conto vostro, visto il numero limitato di visitatori al Machu Picchu, al link ufficiale qui sotto potete prenotare il biglietto di ingresso.

Link utili

http://www.machupicchu.gob.pe/

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Armida ha detto:

    Ottimo