Quest’inverno scopri Inagua alle Bahamas

Un viaggio naturalistico, dove Madre Natura ha deciso di fare di Inagua il paradiso per gli amanti dell’ornitologia. I fenicotteri rosa dell’India occidentale, l’uccello nazionale delle Bahamas, vivono numerosi nel Great Inagua National Park. Gli acquitrini creati per l’estrazione del sale hanno reso quest’isola favorevole per la nidificazione dei grandi uccelli dal color vermiglio. Ma andiamo a scoprire cosa riserva Inagua ai suoi visitatori.

Inagua è l’isola più meridionale delle Bahamas ed in realtà è composta da due isole distinte: la Grande isola di Inagua (Great Inagua) e la piccola isola di Inagua (Little Inagua). Entrambe sono note per il loro ambiente naturale e fungono da ottime destinazioni per gli ecoturisti. Great Inagua è la terza isola più grande delle Bahamas, lunga 32 km e larga 88, e comprende il Parco nazionale di Inagua che copre quasi la metà dell’isola. Il Parco ospita oltre 80.000 fenicotteri rosa dell’India Occidentale, il pappagallo di Bahama e altri pellicani, anatre e colibrì che non si trovano da nessun’altra parte nelle Bahamas. La piccola isola di Inagua è un habitat protetto per le tartarughe marine in via di estinzione e presenta una vasta barriera corallina che impedisce a navigatori e marinai di avvicinarsi troppo alle sue coste, l’isola è disabitata dall’uomo e per questo ancora incontaminata.

Il nome Inagua apparentemente deriva dal significato spagnolo “l’acqua si trova qui” ed è proprio vero, queste isole sono bagnate dall’acqua sia sulle coste che nell’interno, ricco di stagni e laghi. L’isola grande è sede di tre parchi nazionali e riserve, nonché uno dei tre fari storici rimasti nelle Bahamas. Se l’ecoturismo è la vostra passione, Inagua è la destinazione perfetta.
Ci sono anche bellissime spiagge appartate in tutta Inagua in attesa di essere scoperte, diverse tra loro e ancora molto selvagge dove conchiglie e ramoscelli trasportati dalle acque del mare rendono l’atmosfera ancora più autentica. Nella spiaggia di Coconut Grove è possibile praticare lo snorkeling nuotando accanto alle tartarughe verdi marine. La spiaggia di Morton Salt è ideale per fare immersioni o snorkeling direttamente dalla spiaggia.

Grazie alle scarse precipitazioni e agli alisei che soffiano su Inagua, sull’isola si sono formati innumerevoli stagni naturali di sale, mentre le aree più interne sono ricoperte da una grande savana e a tratti da prateria dove vagano in tutta libertà asini selvatici, capre e cinghiali. C’è anche un grande lago poco profondo, il Lake Windsor, conosciuto come il Lago Rosa, che è lungo circa 20 km e serve come terreno di coltura per la più grande colonia di fenicotteri rosa dell’India occidentale nei Caraibi. I fenicotteri vivono in una riserva protetta di 460 km quadrati chiamata appunto Inagua National Park. Questi bellissimi uccelli rari si accoppiano e nidificano in primavera e depongono solo un uovo all’anno. Il loro brillante piumaggio è stupefacente ed è arricchito da una spettacolare spruzzata di nero sotto le ali rosa. Una dieta a base di gamberetti salati aiuta a mantenere vivo il loro abbagliante colore rosa. Qui si possono trovare molti altri tipi di uccelli marini e costieri, tra cui un raro pappagallo delle Bahamas, aironi, garzette, pellicani, anatre e colibrì. Potete anche rifornirvi del sale delle Bahamas fatto naturalmente da acqua di mare, sole e brezza marina.

Date anche un’occhiata al video per scoprire tutto su Inagua.

 

Non può inoltre mancare una visita alla riserva di Union Creek comprendente una laguna di 2000 ettari di acqua salata, il cui livello è regolato dalle maree, che viene utilizzata dalla tartarughe marine come habitat ideale per deporre le uova.

Il periodo migliore per visitare Inagua è da novembre a giugno, per evitare le piogge estive da agosto ad ottobre che comunque rimangono contenute entro valori molto minimi rispetto al resto dei Caraibi. Le temperature dell’aria e dell’acqua rimangono alte anche durante l’inverno, nei mesi più freschi di gennaio e febbraio, con una media giornaliera di 28°C. Durante la stagione riproduttiva (marzo-maggio) potete godervi la spettacolare presenza delle nutrite masse di fenicotteri che incendiano il panorama di un rosa acceso.

Dovete sapere che non potete raggiungere Inagua senza un permesso di soggiorno, le date devono essere confermate dall’ufficio Nassau Abaco o Inagua prima del vostro arrivo sull’isola. Per raggiungere Inagua c’è un aeroporto che serve l’isola, il Matthew Town Airport (IGA) che offre un regolare servizio aereo di linea da Nassau. Il servizio charter può essere organizzato attraverso uno qualsiasi dei vettori locali e internazionali certificati. Dal mare, c’è un servizio di motoscafo da Nassau a Matthew Town a cadenza settimanale.
Vi ricordiamo che Inagua è quasi sempre soleggiata e calda, pertanto i visitatori dovrebbero portare sempre con sè una crema a schermo solare, un cappello, scarpe comode e un repellente per insetti.

Per alloggiare ad Inagua vi consigliamo di consultare il sito ufficiale delle Bahamas dove potete chiedere tutte le informazioni di cui avete bisogno, alla pagina bahamas.com. Buon inverno sull’isola di Inagua!

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *