Paraguay

La nostra valutazione per mese

Il Paraguay si trova nel cuore dell’America meridionale ed è abbracciato dal Brasile, dalla Bolivia e dall’Argentina che le impediscono qualsiasi sbocco al mare. Il fiume omonimo Paraguay attraversa il paese da nord a sud e divide a metà il suo territorio, le sue acque sono navigabili ed è una delle principali vie di comunicazione del paese. Le città più importanti, inclusa la capitale Asunciòn, sorgono sulle sue rive. L’altro fiume che scorre in Paraguay, e tra i più lunghi dell’America latina, è il Paranà che delimita il confine sud-orientale del paese. Il territorio così suddiviso è prevalentemente occupato da praterie o pianure ricoperte molto spesso da foreste pluviali, mentre ci sono solo alcuni rilievi elevati nella zona che si affaccia al Brasile.

Il Paraguay è anche la terra dei Guaranì, il popolo indigeno che ha vissuto anche nel sud del Brasile, parte dell’Argentina, dell’Uruguay e della Bolivia. Per sfuggire alla colonizzazione spagnola e portoghese ed alla loro schiavitù, grazie all’aiuto dei missionari gesuiti, i Guaranì si sono organizzati in piccoli nuclei abitati amministrati secondo i principi religiosi del cristianesimo e strutturati in villaggi agricoli di sostentamento senza eccessi e vizi. Ancora oggi è possibile vedere le rovine delle Riduzioni gesuite, così venivano chiamati i villaggi dei Guaranì.

Tra praterie, lagune salate, piantagioni di Yerba Mante, cascate fragorose, foreste tropicali (che sono quasi in via di estinzione per l’intensità delle coltivazioni e degli allevamenti voluti dal governo) si raggiungono i confini del paese per un assaggio dell’Argentina sul ponte del Paranà che si affaccia a Posadas, e del Brasile per raggiungere il Pantanal ed arrivare fino alle cascate panoramiche dell’Iguazu.
Ma quindi quando andare in Paraguay per godersi tutto ciò?

Clima

Il clima subtropicale del Paraguay rende queste terre particolarmente miti ad eccezione di certe giornate soggette alle correnti ventose provenienti da sud. Le stagioni in Paraguay sono invertite rispetto alle nostre e come nel resto dell’America meridionale i mesi più caldi sono quelli tra novembre e marzo, che sono anche i mesi più piovosi soprattutto nella zona orientale del fiume Paraguay dove predominano le terre umide e paludose.

Durante l’estate (dicembre-marzo) i temporali si presentano intensi ma spesso di breve durata. Il Paraguay non è un paese molto piovoso, pertanto è visitabile tutto l’anno. Ci sono però certe zone più torride durante l’estate australe (dicembre-marzo) con picchi anche di 40°C al nord ed aree particolarmente piovose nei mesi tra ottobre ed aprile nelle regioni sud-orientali. I mesi invernali tra giugno e settembre nel sud del paese possono riservare periodi soleggiati ma freschi, soprattutto la sera e durante certe giornate particolarmente ventose.

Le temperature in Paraguay si aggirano intorno ai 32-34°C durante il giorno nei mesi estivi tra dicembre e marzo, mentre la notte scendono a 19-20°C. Durante l’inverno (giugno-agosto) le temperature massime raggiungono i 20-22°C e la sera si attestano mediamente sui 10-12°C.

Il periodo migliore per un viaggio in Paraguay va da metà maggio e metà settembre, quando le temperature non sono eccessivamente alte e le precipitazioni soprattutto in certe regioni sono praticamente assenti. Giugno e luglio possono essere un po’ troppo freschi in certe giornate, soprattutto la notte, nelle regioni dell’estremo sud. Quindi se non sopportate le notti fresche cercate di preferire i mesi di maggio o di settembre.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta i seguenti dati.

 

Link utili

Sito ufficiale visitparaguay.travel

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *