Bielorussia

La nostra valutazione per mese

La Bielorussia si colloca nel cuore dell’Europa orientale ed assieme all’Ucraina ed alla Russia europea costituisce il confine europeo con il continente asiatico. Non ha sbocchi sul mare ed è occupata principalmente da pianure, numerosi laghi, foreste incontaminate ed ampie paludi; non ci sono monti elevati ed il mare dista circa 300 chilometri dal confine. La Bielorussia è il cuore verde dell’Europa, grazie alla sua conformazione naturale, l’aria è particolarmente povera di anidride carbonica ed è tra le più pulite d’Europa. La Bielorussia ha ottenuto l’indipendenza dalla Madre Russia nel 1991 e di questa ne conserva molti tratti affini, nell’arte, nella cultura e naturalmente nella storia che ritroverete negli edifici e nei monumenti della capitale Minsk e delle altre città principali.

La Bielorussia è ricca di cose da vedere, come i parchi naturali presso i laghi di Braslav, l’antica foresta vergine di Białowieża un museo naturale a cielo aperto, la Fortezza di Brest diventata simbolo della resistenza sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale, i castelli tra cui il più bello è quello di Nesvizh, il villaggio di Khatyn con la sua drammatica storia sul massacro dei suoi abitanti durante la Seconda Guerra Mondiale. La capitale Minsk riserva molte chiese ortodosse importanti, tra cui la cattedrale dello Spirito Santo e la Chiesa Rossa dei Santi Simone ed Elena, oltre al Parco Gorky, il Circo di Stato (un vero e proprio tempio degli spettacoli circensi), l’Isola delle Lacrime (un memoriale in onore dei soldati bielorussi morti in Afghanistan).

Vediamo ora quando andare in Bielorussia ed il periodo migliore per godersela al meglio.

Clima

Il clima della Bielorussia è continentale con inverni freddi ed estati calde al sud e miti a nord; le temperature riportano un grosso scostamento tra l’estate e l’inverno e nei mesi più freddi scendono frequentemente sotto lo zero, con una media di -10°C a gennaio nella capitale. In certe giornate possono raggiungere anche i -20°C quando le correnti polari provenienti da est, dalla Russia, raggiungono il paese. Il freddo e la neve si protraggono da fine novembre a tutto marzo, soprattutto nelle zone orientali, qualche settimana in meno invece nelle regioni occidentali. Le precipitazioni nevose raramente sono abbondanti ma sono frequenti.

Dalla primavera comincia il disgelo e la neve lascia il posto ad una terra umida e fangosa, le temperature iniziano a salire ed a maggio diventano gradevoli soprattutto durante il giorno. Ma le correnti fredde sono sempre in agguato, vista la mancanza di filtri dovuta alla conformazione pianeggiante del paese, pertanto potreste trovare qualche ritorno dell’inverno anche durante i mesi primaverili. Le giornate si allungano ed il sole tramonta molto tardi nel mese di giugno, mentre gli inverni riservano poche ore di luce.

A giugno e luglio le precipitazioni a carattere temporalesco sono più abbondanti rispetto al resto dell’anno e si riducono leggermente solo verso la seconda metà di agosto. Le temperature durante l’estate sono alte e possono raggiungere i 30°C al sud e mediamente i 23°C per esempio nella capitale Minsk. Da metà settembre il freddo ricomincia a farsi sentire, ma prima di rivedere la neve bisogna attendere la metà di novembre.

Il periodo migliore per un viaggio in Bielorussia è durante la tarda estate, agosto e settembre, quando le temperature sono miti rispetto a quelle rigide dell’inverno e le precipitazioni sono meno abbondanti della tarda primavera e d’inizio estate.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta i seguenti dati.

Meteo in corso

Qui di seguito trovate le previsioni del tempo per i prossimi giorni, prima di partire consultatele per decidere cosa mettere in valigia.



Eventi

Se durante questa estate trascorrerete la vostra vacanza in Bielorussia, nella notte tra il 23 ed il 24 giugno vi consigliamo di allontanarvi da Minsk e di recarvi in uno dei villaggi vicini per celebrare la misteriosa notte di Kupala. Leggi le informazioni a questo link per sapere di cosa si tratta.

Segnalazioni

Evitate la zona di confine meridionale con Černobyl che riporta ancora un alto livello di contaminazione radioattiva.

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *