Azerbaigian

La nostra valutazione per mese

L’Azerbaigian è situato tra terra e mare, ad occidente infatti confina con la Georgia e l’Armenia mentre ad oriente è bagnato dal Mar Caspio, a nord tocca la punta meridionale della Russia ed a sud l’Iran.
Il territorio dell’Azerbaigian è occupato da monti e pianure, le vette più alte si trovano nel nord del paese proprio sul versante meridionale della catena montuosa del Caucaso. Nelle zone pianeggianti regnano la steppa e le aree desertiche, visto il clima arido e gli inverni freddi, mentre nelle regioni montuose prevalgono antiche foreste attraversate da torrenti, cascate e laghi.

La storia dell’Azerbaigian ha conosciuto l’avvicendarsi di molti popoli. Ritroverete il suo passato tra le incisioni rupestri presso la Riserva di Gobustan risalenti a 40.000 anni fa, tra i resti delle fortezze, dei castelli, dei palazzi storici, dei templi di culto dell’epoca albanese caucasica. Nella capitale Baku si può ancora respirare l’impronta sovietica negli antichi palazzi del centro storico della città vecchia, divenuta Patrimonio dell’Unesco nel 2000.

Oggi Baku ha cambiato volto e continua a mutare, visto il boom economico che sta vivendo grazie all’economica basata sull’estrazione del petrolio. Accanto alla città vecchia sono nati numerosi palazzi moderni con facciate vetrate che riflettono in tutto il suo splendore la vivacità della capitale. Tra le cose da non perdere a Baku vi è sicuramente il Museo del Tappeto, una collezione ricchissima dell’arte della tessitura dei tappeti più famosi al mondo, caratterizzati da colori accesi e motivi ornamentali unici.

 

Ma vediamo ora, quando andare in Azerbaigian? Scopriamo le informazioni sul clima per scegliere il periodo migliore per godersi il paese in tutta la sua bellezza.

Clima

Il clima dell’Azerbaigian è continentale con inverni freddi, anche se non eccessivamente, ed estati molto calde. Le temperature invernali possono scendere sotto lo zero nella capitale Baku durante i mesi di gennaio e febbraio. Difficilmente le correnti gelide dalla Russia arrivano in Azerbaigian, grazie alla catena montuosa del Caucaso situata proprio a nord e che protegge l’intero paese. Sulla costa orientale i venti provenienti da nord sono invece mitigati dalle acque del Mar Caspio.

Nelle regioni montuose le temperature sono molto più basse rispetto alle pianure e le precipitazioni sono più abbondanti. Durante l’estate il caldo diventa torrido, le città e le pianure si infiammano, le temperature raggiungono anche i 40°C nelle zone più interne del paese, mentre sulla costa le brezze attenuano il caldo con temperature che sfiorano comunque i 30°C.

Le precipitazioni non cadono abbondanti in Azerbaigian, sono a carattere nevoso durante i mesi più freddi e sotto forma di pioggia durante gli altri mesi, si concentrano soprattutto durante i mesi autunnali ed invernali mentre scarseggiano quasi del tutto durante i torridi mesi estivi.

L’acqua del Mar Caspio ha temperature ideali per il bagno da luglio a settembre, con temperature intorno ai 25°C.

Il periodo migliore per un viaggio in Azerbaigian è durante i mesi primaverili di maggio fino a metà giugno caratterizzati da scarse precipitazioni e temperature miti; vanno bene anche i mesi autunnali di settembre fino a metà ottobre anche se potreste trovare qualche pioggia in più.

Per maggiori dettagli sulle precipitazioni e temperature medie consulta i seguenti dati.

Link utili

photo credit: Eugene Kaspersky Azerbaijan via photopin (license)

photo credit: Retlaw Snellac Photography azerbaijan via photopin (license)

Sito ufficiale del turismo azerbaijan.travel/

by "QuandoAndare.info"

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *